Respiratori per saldatura Beta

Assistenza per BETA XFA/SFA/PFA

BETA XFA/SFA/PFA Manuali
Manuali
Beta e90 FA Manuale in PDF
PFU 210e Manuale in PDF
PFU Filters Manuale in PDF
RSA 230 Manuale in PDF

Support FAQ

Dove posso trovare l'assistenza e/o i materiali di consumo per le attrezzature Kemppi?

Potete ottenere l'assistenza e i materiali di consumo dal rappresentante Kemppi più vicino. Selezionare i nostri rappresentanti più vicini.

Come posso trovare il centro riparazioni Kemppi più vicino a me?

Potrete trovare il centro riparazioni più vicino con la nostra mappa di ricerca.

Your equipment FAQ

Perché dovrei usare un respiratore per saldatura?

Nel luogo di lavoro sono presenti elementi dannosi, pertanto è necessario utilizzare un'adeguata protezione respiratoria al fine di proteggere la salute a breve e a lungo termine. I fumi e i gas di saldatura vengono generati dalla combustione di metallo madre, materiali di riempimento della saldatura, relative coperture, gas di protezione, vernici, reazioni chimiche prodotte dalla luce ultravioletta degli archi e dal trattamento termico, oltre che dai contaminanti presenti nell'aria provenienti da solventi e detergenti.

L'esposizione ai fumi di saldatura è un grave rischio professionale che può comportare molti problemi di salute senza l'adeguata protezione respiratoria. Le radiazioni ultraviolette emesse dalla saldatura reagiscono con l'ossigeno e l'azoto nell'aria e formano ozono e ossidi di azoto pericolosi per la salute sia a concentrazioni elevate (malattie polmonari) che a concentrazioni basse (irritazione a naso e gola).

Un solo saldatore è in grado di generare dai 20 ai 40 g di fumi all'ora, che corrispondono a circa 35–70 kg di fumo di saldatura all'anno. Il limite di esposizione professionale (OEL) al particolato dei fumi di saldatura è espresso in mg/m³, ovvero la concentrazione del fumo nell'aria, misurato considerando il peso in milligrammi per metro cubo di aria. Si consiglia di utilizzare una protezione respiratoria quando i fumi di saldatura raggiungono un valore di 5 mg/m³. Consultare le raccomandazioni e l'ente di standardizzazione locale e assicurarsi che il dispositivo respiratorio Kemppi scelto soddisfi le esigenze personali.

Come funziona un respiratore per saldatura?

Un respiratore per saldatura è costituito da un'unità Powered Air Purifying Respirator (PAPR), un tubo dell'aria e un casco da saldatore con un sottocasco integrato. Il PAPR ha una ventola alimentata da una batteria. È dotato di un filtro antiparticolato o di una combinazione di filtri antiparticolato e antigas. Sono inoltre disponibili sistemi di erogazione dell'aria alimentata, che utilizzano la nota aria compressa pura respirabile.

L'aria purificata viene condotta insieme al tubo dell'aria al casco creando una pressione positiva all'interno della calotta del casco e del sottocasco. La pressione positiva all'interno del casco da saldatore significa che la respirazione è agevolata e l'aria contaminata dell'ambiente non può fluire all'interno del casco. È un cosiddetto respiratore a pressione positiva.

Quanto dura la batteria del respiratore per saldatura Gamma e Beta?

Robusto e durevole, PFU 210e offre una velocità della ventola selezionabile a 160 lpm e 210 lpm, indicatori di stato della batteria e del filtro, inclusa una scelta di batterie standard o pesanti. La tecnologia della batteria Li-Ion assicura tempi di ricarica rapidi e la potenza della protezione con il filtro anti-particolato o con set di filtri combinati con il filtro gas A1B1E1. Quando è in uso il filtro gas A1B1E1, la tecnologia Smart Sense regola automaticamente il PFU 210e alla velocità dell'aria di 160 lpm, prolungando sia la durata del filtro che della batteria. La batteria a carica rapida è particolarmente adatta ai turni di lavoro in quanto permette di operare con una nuova batteria e un filtro anti-particolato per circa 8 ore (se si utilizza la batteria SD) e 16 ore (se si utilizza la batteria HD).

Di quale modello di respiratore per saldatura ho bisogno per saldare l'acciaio inossidabile?

Non ci sono regole comuni per le quali il filtro debba essere usato con materiali specifici. Dipende da molti dettagli come il trattamento superficiale, la purezza del materiale e la contaminazione dell'ambiente come l'aria (cioè l'ozono). Un filtro combinato (filtro antiparticolato e antigas) crea sempre la migliore protezione contro fumi e gas nocivi.

Fare riferimento al nostro catalogo sulla sicurezza della saldatura per una tabella più dettagliata sui dispositivi di filtraggio e sui prodotti chimici.

Con quale frequenza devo sostituire i filtri del mio respiratore per saldatura PAPR?

Il PFU 210e PAPR dispone di un sistema di misurazione automatico delle condizioni del filtro. Una luce LED nell'interfaccia utente si illumina in rosso, il motore di vibrazione inizia a funzionare e si può sentire un rumore di allarme quando è necessario sostituire immediatamente il filtro. È ragionevole seguire il colore della luce LED nell'interfaccia utente. Quando si illumina in arancione, è quasi intasato e deve essere cambiato. Se l'autonomia della batteria inizia a essere troppo breve, può essere utile sostituire il filtro antiparticolato o il prefiltro.

Come posso sapere quando è il momento di sostituire il filtro del gas al mio respiratore per saldatura PAPR?

Il filtro del gas non raccoglie particelle al suo interno come fa il filtro del particolato (il filtro del gas non si ostruisce come accade per il filtro del particolato). Ecco perché il filtro antiparticolato deve essere sempre fissato sul filtro del gas = filtro combinato. L'unico modo per scoprire se un filtro del gas sta ancora filtrando i gas come dovrebbe è il test dell'odore. Se un utente può sentire un odore che passa attraverso il casco da saldatore, il filtro del gas deve essere cambiato immediatamente. Se il gas nocivo non ha odore, si consiglia un intervallo di sostituzione del filtro del gas regolare.

Qual è la differenza tra gli standard TH2 e TH3?

I fattori di protezione nominale assegnati dagli enti di standardizzazione europei a una classe di respiratori (PAPR o dispositivo ad aria erogata Airline con cappuccio o casco conforme allo standard EN12941) definiscono un fattore di protezione nominale (NPF) sulla base dell'efficienza testata del dispositivo respiratorio in merito alla perdita verso l'interno. Per i respiratori per saldatura certificati TH2, la perdita verso l'interno può essere max. 2%. Per i respiratori per saldatura certificati TH3, la perdita verso l'interno può essere max. 0,2 %. Tutti i modelli di respiratori per saldatura Kemppi PAPR seguono lo standard EN12941 e la loro classe è TH2 o TH3.

Che cos'è la protezione respiratoria ad aria compressa?

La protezione respiratoria ad aria compressa significa che l'aria respirabile fornita a un casco da saldatore per aria pulita viene creata da un compressore. Le fonti d'aria erogata devono essere conformi alle normative vigenti locali sulla qualità dell'aria respirabile.

I respiratori per saldatori collegati a un compressore di erogazione di aria respirabile conforme allo standard EN 12021 sono classificati in base allo standard EN 14594. I respiratori per saldatori Kemppi devono essere utilizzati solo nelle aree in cui il contenuto di ossigeno supera il 17% e non vanno utilizzati come apparecchi di respirazione autonomi o come respiratori a scopo di fuga.

Che cos'è la protezione respiratoria ad aria alimentata a corrente?

Powered Air Respiratory Protection significa che l'aria respirabile che arriva all'interno della maschera per saldatura viene purificata da un'unità di filtraggio a batteria (vedere sopra "Come funziona un respiratore per saldatura" o da un sistema di aria respirabile compressa (vedere sopra "Che cos'è la protezione respiratoria ad aria compressa?"). Protettore respiratorio ad aria alimentata a corrente significa lo stesso di Respiratore elettrico per purificazione dell'aria ed è abbreviato in PAPR.

Non è più economico acquistare maschere facciali per saldatore usa e getta rispetto al respiratore per saldatura?

Le maschere per saldatori monouso sono la soluzione più economica che soddisfa le esigenze di saldatura occasionali. I produttori e i saldatori professionisti dovrebbero utilizzare tendenzialmente 1 maschera monouso al giorno. Nel tempo i costi si moltiplicherebbero e supererebbero il costo dell'investimento in un PAPR o in un sistema ad aria erogata di qualità, inclusi i filtri di manutenzione sostitutivi, per non parlare della quantità di rifiuti che provocano le maschere usa e getta. Di solito, i sistemi PAPR offrono una migliore protezione respiratoria e sono più comodi nell'uso a lungo termine grazie alla circolazione dell'aria fresca.

Domande ricevute?

In caso di ulteriori problemi o di dubbi, non esitate a contattarci.

Il precursore della saldatura ad arco

Kemppi è la società leader nella progettazione nel settore della saldatura ad arco. Ci impegniamo a migliorare la qualità e la produttività della saldatura grazie al continuo sviluppo dell'arco di saldatura. Kemppi fornisce prodotti avanzati, soluzioni digitali e servizi per professionisti, dalle aziende di saldatura industriale ai singoli appaltatori. La semplicità di utilizzo e l'affidabilità dei nostri prodotti sono i nostri principi guida. Operiamo con una rete di partner altamente qualificati che copre oltre 70 paesi per rendere la nostra esperienza disponibile a livello locale. Con sede a Lahti, in Finlandia, Kemppi impiega quasi 800 professionisti di saldatura in 17 paesi e ha un turnover consolidato di 140 milioni di euro.

Kemppi – Designed for welders

Chiudi

Specifiche tecniche